Le Fonti Rinnovabili 2010

 

Il contributo dell'Osservatorio nella competitività dei settori industriali legati alle fonti energetiche rinnovabili si è concretizzato nel capitolo 5 "COMMERCIO INTERNAZIONALE E SVILUPPO COMPETITIVO NELLE TECNOLOGIE FER" del rapporto ENEA "LE FONTI RINNOVABILI 2010 - Ricerca e innovazione per un futuro low-carbon".

 

Abstract
La crisi economica, le incertezze legate ai costi e all’approvvigionamento dell’energia, il crescente livello delle emissioni e il rischio di cambiamenti climatici, mettono in discussione la sostenibilità dell’attuale sistema economico-produttivo mondiale. Per affrontare tali problematiche occorreranno in primo luogo la diffusione di tecnologie e di comportamenti per un uso razionale dell’energia, in particolare negli usi finali dell’energia ma, in una prospettiva di lungo termine, occorrerà accelerare l’impegno nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie, che consentano il ricorso pulito alle fonti fossili e il pieno utilizzo delle fonti rinnovabili.
La straordinaria diffusione delle tecnologie per le fonti rinnovabili a cui si è assistito nell’ultimo decennio a livello internazionale ha coinvolto, soprattutto negli ultimi due anni, anche l’Italia pur rimanendo ancora settori – soprattutto nelle rinnovabili termiche (solare e biomassa) – ampiamente sottoutilizzati. A questa diffusione non ha corrisposto però una adeguata crescita della capacità produttiva nazionale e si è determinato un aumento preoccupante della “dipendenza tecnologica” del nostro paese proprio in quei settori di cui viene da più parti auspicato uno sviluppo in funzione anti-crisi.
Cogliendo le indicazioni del legislatore che, con l’istituzione dell’Agenzia, ha voluto sottolineare il ruolo dell’ENEA nel campo dei “servizi avanzati nei settori dell’energia”, questo terzo Rapporto sulle fonti rinnovabili, nel fornire una visione d’insieme sullo stato dell’arte e sulle dinamiche in atto a livello nazionale e internazionale, testimonia soprattutto l’impegno dell’ENEA a supporto del decisore pubblico sul piano delle politiche energetiche e ambientali e, sul piano delle tecnologie, a sostegno di quei processi di qualificazione e di innovazione tecnologica necessari alle imprese per conseguire uno sviluppo competitivo e sostenibile.