Progetto M2RES

M2RES “From Marginal to Renewable Energy Sources Sites” è un progetto comunitario finanziato dal South East Europe Transnational Cooperation Programme per il periodo 2011-2013.
Progetto M2RES

M2RES è coordinato dal Servizio Valorizzazione e Networking dell’Unità Trasferimento Tecnologico dell’ ENEA ed ha come partner un referente istituzionale ed uno tecnologico per ogni paese coinvolto (Italia, Slovenia, Grecia, Romania, Bulgaria, Ungheria, Austria, Montenegro, Serbia, Albania).

Il progetto è finalizzato alla riqualificazione di aree marginali (quali terreni improduttivi, miniere e cave, discariche, aree contaminate, ex aree militari) mediante attività di investimento focalizzate all'installazione su dette aree di impianti per la generazione di energie rinnovabili (fotovoltaico, eolico, biomasse, geotermico, biogas, ecc) che possano incidere in termini significativi alla produzione energetica locale.

Le principali attività previste da M2RES sono:

  • raccogliere, organizzare e disseminare competenze specifiche riguardo a problematiche e soluzioni da adottare per la riqualificazione di aree marginali, con specifico riferimento ad attività di sensibilizzazione che metta a fuoco esistenza e consistenza di aree marginali e i problemi normalmente connessi con esse, con particolare riguardo alle realtà ove una maggior attenzione è attribuita alla conservazione del patrimonio ambientale e dove quindi i ritorni ottenibili dalla generazione di energia su aree marginali sono particolarmente auspicabili;
  • favorire, tramite attività di consulenza e assistenza, la stesura di programmi e progetti che promuovano, da parte delle autorità locali, l'avvio di buone pratiche in linea con le finalità di M2RES.
  • avviare esperienze pilota con coinvolgimento di partner pubblici e privati, sì che possano essere adottati come riferimento per la replicazione e la diffusione di buone pratiche.
  • diffondere tali esperienze dalla scala locale-regionale alle nazioni obiettivo del programma South East Europe.


sito progetto

Contatti:  Diego Santi

Azioni sul documento